Auditorium dell’IIS Cavour Marconi Pascal il master regionale "Motivare ed Educare con la Ginnastica". In cattedra la psicologa dello sport Francesca Vitali

Domenica, 15 Dicembre 2019

E’ sempre in fermento il mondo della ginnastica. Le iniziative nell’ambito di questo sport si susseguono a ritmo serrato. Il Comitato regionale dell’Umbria della FGI ha organizzato infatti a Perugia un altro master, utile per il conseguimento della qualifica di tecnico regionale.

Come gestire i giovani atleti, i genitori e le famiglie, il ruolo dell’istruttore dal punto di vista psico- pedagogico: queste le tematiche estremamente importanti affrontate in maniera egregia nel master regionale “Motivare ed Educare con la Ginnastica - Insegnare life skills ai ginnasti” (le competenze per la vita - life skills - sono un insieme di capacità umane acquisite tramite insegnamento o esperienza diretta, che vengono usate per gestire problemi, situazioni e domande comunemente incontrate nella vita quotidiana).

Presso l’Auditorium dell’Istituto Cavour Marconi Pascal, la dottoressa Francesca Vitali ha puntato l’attenzione e la riflessione su questi argomenti molto attuali. Una relazione dettagliata e scrupolosa, che ha coinvolto i corsisti presenti, una quindicina di tecnici in formazione. La docente ha saputo catturare fin da subito l’interesse della platea, grazie al modo particolarmente coinvolgente di comunicare e alla sua competenza derivante dal ricco curriculum vitae. Psicologa dello sport e dottore di ricerca in Metodologia della ricerca in psicologia, ha insegnato per dieci anni presso il Corso di laurea in Scienze motorie e per cinque anni presso la Facoltà di Scienze della formazione dell’Università di Genova, e attualmente è docente presso il Collegio didattico di Scienze motorie dell’Università di Verona.

Soddisfazione è stata espressa dalla presidente del Comitato, Antonella Piccotti, presente all’incontro in rappresentanza del sodalizio umbro: “Crediamo fortemente nella formazione e di conseguenza abbiamo deciso di investire molte risorse in questo settore per noi fondamentale. Alla fine l’alta partecipazione e l’entusiasmo suscitato ci hanno ripagato di tutti gli sforzi. I master da noi organizzati sono stati sempre di altissimo livello, con relatori di grande spessore culturale che hanno trattato argomenti molto interessanti. E se teniamo conto che, in genere, ogni regione ne organizza in media due o tre all’anno, noi possiamo ritenerci dei giganti”.